Connect
To Top

BNL BNP Paribas e Fotovoltaico Semplice, siglata partnership per Superbonus 110%

Sostenere attivamente le esigenze delle famiglie italiane che vogliano dotarsi di un sistema fotovoltaico, garantendo lo svolgimento di tutte le pratiche burocratiche necessarie e l’accesso allo sconto in fattura.

È questo l’obiettivo legato al Superbonus 110 della nuova partnership siglata da BNL BNP Paribas e Fotovoltaico Semplice, società partecipata del gruppo IMC che opera nel settore fotovoltaico ed impianti rinnovabili a livello nazionale da oltre 15 anni. Nell’ambito degli interventi legati al Superbonus 110 spicca proprio l’installazione di pannelli solari, da abbinarsi necessariamente a una pompa di calore, la cui richiesta sta aumentando vertiginosamente ora che gas ed energia elettrica sono vittime di forti rincari.

La conferma arriva da Daniele Iudicone, CEO del gruppo Fotovoltaico Semplice, che sottolinea “la grande quantità di persone che si sono rivolte a noi per riconvertire l’assetto energetico della propria abitazione in chiave sostenibile, generalmente villette unifamiliari o plurifamiliari, proprio grazie alle rinnovabili.

Parliamo di un bacino d’utenza molto ampio, più di 7 milioni e mezzo di unità – spiega il manager – e al momento ci sono in tutta Italia diverse migliaia di cantieri in fase di conclusione e altrettanti che stanno per partire”.

La partnership tra BNL e Fotovoltaico Semplice nasce proprio dall’esigenza di fornire ai clienti finali un prodotto completo, chiavi in mano, cedendo il proprio credito derivante dal Superbonus a BNL, banca da sempre attenta a conciliare gli aspetti di business con i temi della sostenibilità ambientale e dell’attenzione al territorio.

Già premiato dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza, il CEO di Fotovoltaico Semplice Iudicone esprime “grande soddisfazione per questa partnership, molto importante per noi e per i clienti, che anche in un’ottica più ampia ci consente di portare avanti la nostra missione: fornire alle famiglie energia pulita generata dal sole, abbattere i costi in bolletta e, in prospettiva futura, porre le basi per la creazione di vere e proprie comunità energetiche in cui il consumatore diventa a sua volta un rivenditore dell’energia accumulata dai propri pannelli e non utilizzata. Una dinamica, questa, che nell’epoca dei rincari e di una crisi sia energetica sia ambientale rappresenta un solido punto di partenza”.

 

More in Business & economics