Connect
To Top

Accelerare il metabolismo grazie a un metodo scientifico e tecnologico

In un periodo storico in cui a dominare sono stress, ansia e frenesia, il corpo e la bilancia sono spesso tra i primi a risentirne.

Ma riuscire a perdere peso non è sempre facile, anzi.

Molte persone si lamentano di non riuscire a dimagrire, nonostante mangino meno che in passato. Il problema è reale e questa difficoltà di dimagrimento è strettamente legata a una corretta misurazione dello stato metabolico.

Il Centro Accelerazione Metabolismo (CAM) di Milano è la prima struttura in Italia a dedicarsi unicamente alla cura del metabolismo, con un approccio medico-scientifico e impiegando tecnologie di ultima generazione.

Il “Protocollo di analisi metabolica” impiegato al Centro permette di realizzare un check up metabolico completo del paziente, che si basa sull’individuazione del metabolismo basale, per calcolare in modo oggettivo la spesa energetica individuale giornaliera, nonché l’indice di rallentamento metabolico (IRM), cioè quanto il metabolismo effettivo si allontani dal metabolismo presunto, e risulti quindi rallentato, portando difficoltà nel perdere peso e facilità nell’accumularlo. Una delle principali cause di rallentamento del metabolismo è l’inflammasoma, condizione clinica molto diffusa dopo i 40 anni che, a causa di un eccesso di zuccheri nel sangue o alimentazione scorretta (altre cause sono legate alle stimolazioni ormonali, gravidanze, stress quotidiano), porta la membrana delle cellule di grasso a essere “ricoperta” da un gel di glicoproteine infiammatorie che inibiscono i recettori del dimagrimento. Per questa ragione infiammatoria, anche se seguiamo un regime alimentare ipocalorico fatichiamo a perdere peso e spesso, dopo i primi kg, il dimagrimento si arresta.

In questo modo è possibile comprendere quale sia l’approccio per rendere il nostro metabolismo nuovamente efficiente e per ottenere un dimagrimento rapido ed efficace.

La fase terapeutica immediatamente successiva al check-up metabolico riguarda lo Sblocco metabolico; dura circa 2-3 settimane e si basa su un’alimentazione personalizzata che tenga conto delle idiosincrasie alimentari riscontrate e dei valori reali del metabolismo.

Oltre all’alimentazione per rivitalizzare il metabolismo, CAM abbina una tecnica studiata e testata da medici e ricercatori di tutto il mondo: l’Acceleratore metabolico criogenico total body, ad azione diffusa su tutto il tessuto adiposo, e l’insufflatore metabolico termogenico, ad azione localizzata.

Il trattamento total body ha effetti positivi sul sistema immunitario e una spiccata azione antinfiammatoria. Sono sufficienti 3-5 minuti a -85° nell’ acceleratore metabolico criogenico (indossando solo indumenti intimi, guanti e calzari) per dare un effetto termogenico utile a bruciare tantissime calorie, come dopo un’intensa attività fisica. La vasocostrizione legata allo shock termico è seguita, una volta tornati alla temperatura ambiente, a un’immediata vasodilatazione con l’aumento del volume dei vasi sanguigni di quattro volte rispetto al normale. Tutto ciò avviene per irrorare e riscaldare, nel più breve tempo possibile, le zone periferiche. Il sangue, arricchito di ossigeno, enzimi e nutrienti, riesce a raggiungere ogni parte dell’organismo generando una iper ossigenazione dei tessuti e favorendo la disintossicazione cellulare. Si ottiene un netto incremento del metabolismo e si bruciano finalmente i grassi depositati nel tessuto adiposo. Il raffreddamento specifico ottenibile grazie all’ acceleratore metabolico termogenico ad azione localizzata, serve invece a riattivare in modo selettivo il tessuto adiposo bruno localizzato nella zona ascellare.

Queste cellule di grasso non hanno un’azione specifica di stoccaggio delle calorie in eccesso ma, grazie alla loro connessione con la tiroide, agiscono come “termostato metabolico”.

La sinergia degli input metabolici generali e localizzati determina in tutte le aree sottocutanee che non dimagriscono mai un nuovo set up metabolico.

Nel periodo terapeutico dello “Sblocco Metabolico” è fondamentale anche l’assunzione di acqua Ossigeno-Ozonizzata. Grazie all’elevato potere antinfiammatorio naturale degli ozonidi va a spegnere l’infiammazione cellulare adiposa, che blocca i recettori politici cellulari, favorendo un’ottimale perdita di peso e la riattivazione del metabolismo.

Lo step successivo allo sblocco metabolico, in cui il corpo perderà dai 2 ai 5 kg, prevede le fasi di Accelerazione, Consolidamento e Stabilizzazione, al fine di bruciare i chili rimanenti e di ridurre la tendenza all’aumento del peso. Tutti i programmi terapeutici saranno mirati in base alla risposta individuale conseguente al dimagrimento ottenuto nella prima fase dell’approccio scientifico e tecnologico del Centro Accelerazione Metabolismo di Milano.

 

More in Salute